Cancer Council

Proteggersi dal sole

L’abbronzatura non è solo un fenomeno che fa diventare la pelle scura. Le cellule dello strato superficiale della pelle producono un pigmento denominato melanina, che conferisce alla pelle il suo colore e serve a proteggere le cellule dall’assorbimento dei raggi ultravioletti (UV). Quando si espone la pelle ai raggi UV, la produzione di melanina aumenta e la pelle diventa scura (abbronzatura). La melanina fornisce un grado di protezione dal sole che equivale a quello di una crema solare con fattore di protezione 2.

Molte persone credono che l’abbronzatura sia indice di buona salute, ma in realtà l’abbronzatura è la conseguenza di un danno provocato dall’eccessiva esposizione ai raggi UV. Persino una leggera abbronzatura indica che la pelle ha cercato di proteggersi aumentando la produzione di melanina.

Diverse persone pensano che abbronzarsi non sia dannoso a condizione di non scottarsi. Tuttavia, anche abbronzarsi senza scottarsi può danneggiare le cellule della pelle, causando alterazioni, invecchiamento precoce e rischio di cancro della pelle.

In Australia, i livelli dei raggi ultravioletti (UV) sono così alti, che persino le persone con pelle olivastra o pelle naturalmente scura possono essere considerate a rischio di alterazioni e cancro della pelle. I raggi ultravioletti non sono né visibili, né percettibili. I raggi UV non sono legati alla temperatura e possono attraversare nuvole sottili, quindi le scottature solari possono verificarsi anche in giornate fresche e nuvolose.

Una scottatura solare può avvenire in meno di 15 minuti. Nel giro di qualche ora la pelle bruciata si arrosserà, ma la scottatura continuerà ancora a svilupparsi negli 1-3 giorni successivi all’esposizione ai raggi UV. In caso di scottature solari gravi (gonfiore, febbre, nausea), consultate il medico. Poiché le scottature solari possono provocare disidratazione, è importante bere molti liquidi, ma evitate le bevande fredde che possono causare brividi.  Può anche essere utile fare una doccia con acqua non calda (ma nemmeno fredda) e applicare impacchi freschi.

In caso di scottature lievi o moderate:

  • Bevete molti liquidi
  • Fate una doccia o un bagno con acqua non calda – dopodiché procedete all’asciugatura tamponando delicatamente la pelle
  • Se necessario, fatevi consigliare dal vostro farmacista una crema adatta a lenire le scottature o un altro rimedio in grado di alleviare il dolore.

Se avete dei dubbi, consultate il vostro medico o farmacista.

Mettersi all’ombra quando l’indice dei raggi UV è superiore a 3 può aiutare a proteggere la pelle dai danni provocati dal sole. L’ombra può ridurre l’esposizione ai raggi UV fino al 75 per cento. Quando si utilizzano altre misure di protezione, come abiti anti UV, cappelli, occhiali da sole e creme solari, stare all’ombra è il modo migliore per garantire alla propria pelle la massima protezione dai raggi UV.

I negozi di Cancer Council dispongono di un vasto assortimento di abiti anti UV, cappelli, occhiali da sole e creme solari per uomo, donna e bambino. Tutti i proventi dei negozi saranno devoluti per finanziare la ricerca e la lotta contro il cancro.

Per ulteriori informazioni clicca qui per scaricare una Scheda informativa del Cancer Council (PDF)