Cancer Council

Chemioterapia

La chemioterapia consiste nell’impiego di farmaci, detti citotossici, per bloccare o rallentare la crescita delle cellule cancerose. Esistono vari tipi di farmaci chemioterapici. A volte si impiega un unico farmaco, ma spesso si opta per l’associazione di due o più farmaci. Quest’ultima viene denominata terapia combinata.

Il tipo di chemioterapia adottato dipende da diversi fattori, tra cui la forma di cancro da trattare, in quale parte del corpo si è sviluppata, l’aspetto delle cellule cancerose al microscopio e se si sono già diffuse in altre parti del corpo.

La chemioterapia può generare reazioni diverse in base al paziente trattato. Alcuni non lamentano alcun effetto collaterale, mentre altri possono accusarne. Le reazioni possono anche variare da un ciclo di trattamento all’altro. Tuttavia, molti effetti collaterali possono essere controllati e alleviati.

Noi non possiamo consigliarvi la terapia giusta. Dovete consultare i vostri medici.

Alcune forme di cancro possono essere trattate con l’impiego della chemioterapia, da sola o in combinazione con altri trattamenti, come la chirurgia e la radioterapia. La chemioterapia può precedere o seguire gli altri trattamenti. Quando li precede, i farmaci chemioterapici vengono somministrati con l’obiettivo di ridurre il cancro in modo da aumentare l’efficacia degli altri trattamenti. Se invece viene impiegata dopo altri trattamenti, l’obiettivo è quello di distruggere eventuali cellule cancerose ancora presenti che potrebbero causare problemi in seguito.

Le terapie palliative sono mirate ad alleviare i sintomi. Si rivelano particolarmente indicate per i pazienti affetti da cancro in stadio avanzato incurabile, poiché consentono di preservare una certa qualità della vita. Ad esempio, la chemioterapia può essere impiegata per alleviare il dolore provocato dal cancro o per bloccare la sua diffusione all’interno di un organo.

 Per ulteriori informazioni clicca qui per scaricare una Scheda informativa del Cancer Council (PDF)