Cancer Council

Informazioni per i carer

Assistere un malato di cancro può essere impegnativo ma molte persone la reputano anche un’attività gratificante.

Chi assiste un malato di cancro a volte non è consapevole del proprio ruolo e si considera solo qualcuno che si prende cura di una persona malata. Tuttavia, bisogna prendere coscienza del proprio ruolo e comprendere quanto sia importante assistere una persona malata di cancro.

Assumersi la responsabilità di assistere un malato di cancro non è sempre un percorso naturale e lineare. A volte si possono avere esigenze inconciliabili come figli in tenera età, un lavoro impegnativo o abitare un po’ distante dalla persona assistita.

Assistere un malato di cancro si rivelerà probabilmente un grande cambiamento e abituarsi a questo nuovo ruolo e alle sue responsabilità potrebbe richiedere del tempo. Per questo motivo, risulta piuttosto naturale avvertire sentimenti contrastanti e può capitare di sentirsi confusi e stressati.

Il Telefono amico di Cancer Council al 13 11 20 rappresenta un valido punto di riferimento per ricevere sostegno psicologico e informazioni su qualsiasi aspetto riguardante il cancro. Il Telefono amico è un servizio telefonico riservato che fornisce informazioni e assistenza (al costo di una urbana). Il telefono amico è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 17.00. In altri orari o nei giorni festivi, potete lasciare un messaggio e sarete richiamati.

Il Telefono amico di Cancer Council NSW è disponibile in 120 lingue e dialetti tramite il servizio di interpretariato telefonico nazionale (TIS). Al costo di una urbana potete chiamare il 13 14 50 (Translation & Interpreting Service) e chiedere un interprete nella vostra lingua (se sapete farlo in inglese sarà più semplice). Chiedete all’interprete di contattare Cancer Council NSW al 13 11 20. Il servizio di interpretariato è gratuito.

Il personale del Telefono amico è composto da professionisti sanitari specializzati in oncologia e include infermieri, medici specialisti e radioterapisti. Essi sono in grado di fornire informazioni dettagliate su tutte le forme di cancro e risposte a domande specifiche come l’interpretazione di una diagnosi, le implicazioni di una terapia, assistenza su come affrontare una terapia e i suoi effetti collaterali oltre a servizi utili per voi e la vostra famiglia.

La meditazione consapevole è uno strumento efficace per gestire lo stress e l’ansia nella vostra vita.

La psicologa australiana Dott.ssa Lisbeth Lane vi guiderà attraverso le basi della meditazione, consentendovi di ritrovare il vostro equilibrio interiore. Questi semplici esercizi vi aiuteranno ad affrontare le cose giorno per giorno in modo che potrete concentrarvi più facilmente sul presente invece di preoccuparvi del passato o aver paura del futuro.

Attenzione: questa registrazione favorisce il riposo e il rilassamento. Si consiglia di non ascoltare questa registrazione durante la guida di veicoli o in qualsiasi altra situazione in cui è necessario rimanere vigili.

Riconoscimenti: si ringrazia la Dott.ssa Lisbeth Lane del dipartimento di Oncologia del Wollongong Hospital per aver redatto il testo e aver prestato la sua voce per questa registrazione.

Musica: ‘Karmic Ship’. Fornita da Getty Images.

Richiedete gratuitamente una copia di questo CD tramite il Telefono amico telefonando al 13 11 20.

Trovare ogni giorno il tempo per rilassarsi aiuta a sentirsi meglio e ad affrontare più serenamente la terapia e il ricovero. La psicologa australiana Dott.ssa Lisbeth Lane vi guiderà attraverso la tecnica di base del rilassamento, favorendo una respirazione profonda e il riposo.

Gli esercizi di rilassamento, eseguiti regolarmente favoriscono una respirazione profonda e il riposo. Possono aiutarvi a sciogliere la tensione muscolare, dormire meglio, ricaricarvi, distrarvi dai vostri problemi e ritrovare la pace interiore.

Relaxation – For People With Cancer by Cancer Council NSW

Attenzione: questa registrazione favorisce il riposo e il rilassamento. Si consiglia di non ascoltare questa registrazione durante la guida di veicoli o in qualsiasi altra situazione in cui è necessario rimanere vigili.

Musica: ‘A Pure Embrace’ di Christopher Lloyd Carke. Concessa in licenza da RoyaltyFreeMeditationMusic.com.

Richiedete una copia gratuita di questo CD tramite il Telefono amico telefonando al 13 11 20. Consigli per i carer:

  • Parlate con sincerità dei vostri sentimenti. Non cercate di cambiare argomento se vi risulta difficile parlarne. Confidate ciò che provate.
  • Parlate di altre cose. Sebbene abbiano il cancro non significa che essi abbiano perso interesse per la propria squadra del cuore o per il proprio programma televisivo preferito.
  • Ascoltate le loro confidenze riguardanti il timore di affrontare la terapia e i suoi effetti collaterali, le preoccupazioni economiche e la paura del futuro.
  • Cercate di comprendere i loro sentimenti e le loro prospettive.
  • Non abbiate il timore di rimanere in silenzio. Il silenzio può essere imbarazzante, ma stare semplicemente vicino a loro o tenergli la mano può bastare a mostrare la vostra premura.
  • Informatevi sul cancro e il suo trattamento. Questo vi aiuterà a comprendere cosa stanno subendo. Tuttavia, siate prudenti nell’elargire consigli.
  • Stategli vicino. Si sentiranno meno isolati e più assistiti.
  • Proponetegli di farsi accompagnare da voi dal medico o in ospedale. Potrete assistere alla discussione, prendendo appunti o limitandovi ad ascoltare.
  • Fornitegli aiuto pratico. Accompagnate i figli a scuola, cucinate o aiutateli nelle faccende domestiche.
  • Cercate di non fare troppo o essere invadenti. Dategli la possibilità di fare le cose. Apprezzeranno sicuramente la possibilità di sentirsi utili.
  • Coinvolgete gli altri. Chiedete aiuto ai servizi che forniscono assistenza in questi casi.
  • Coinvolgeteli. Anche se i vostri familiari o amici si trovano in ospedale o a casa relegati in un letto, possono prendere parte alle discussioni riguardanti i figli, il vostro lavoro o parlare con voi di argomenti che riguardano le vostre attività o progetti.
  • Pensate anche a voi stessi. Concedetevi del tempo per riposare. Dovete anche pensare alla vostra salute per essere in grado di fornire assistenza. Non sottovalutate l’impatto emozionale che subirete occupandovi di qualcuno malato di cancro.